NYSFERATU – Symphony of a Century un film di Andrea Mastrovito

NYSFERATU – Symphony of a Century

un film di Andrea Mastrovito

 

Presentazione e talk con l’artista a cura di Elena Forin

14 giugno 2018 ore 21

Cinema Nuovo Eden – Brescia

Brescia, 8 maggio 2018 – L’associazione culturale duemila52, presente a Brescia da un anno con l’intento di promuovere iniziative culturali, è lieta di annunciare la proiezione di NYSFERATU – Symphony of a Century, film di Andrea Mastrovito, la sera del 14 giugno 2018 alle ore 21 presso il Cinema Nuovo Eden di Brescia. Alla proiezione, a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti, seguirà un talk condotto da Elena Forin, curatore indipendente di arte contemporanea, per guidare il pubblico alla scoperta del lavoro dell’artista, che sarà presente in sala. Andrea Mastrovito, artista bergamasco di stanza a Brooklyn, è noto a livello internazionale per la sua capacità di declinare il disegno in molteplici linguaggi legati all’arte visiva e, a questo punto della sua ricerca, ha sperimentato il cinema come linguaggio immediato e popolare.

La proiezione bresciana, completamente in capo a duemila52 con il Patrocinio del Comune di Brescia, è la prima in una sala cinematografica italiana, dopo la prima nazionale in apertura della Festa del Cinema di Roma lo scorso anno. NYSFERATUapproda a Brescia dopo una tournée che ha coinvolto, grazie alla produzione dell’associazione noprofit More Art, diversi spazi nell’area di New York tra cui il Queens Museum, Central Park, Brooklyn Bridge Park, Magazzino Italian Art, Printed Matter e il Cantor Film Center. Più recentemente, in occasione delle mostre personali di Mastrovito, il film è stato proiettato al teatro Grutli di Ginevra e alla Kunsthalle di Osnabrück. Infine, durante la Milano Art Week 2018 il film è stato proposto con diverse proiezioni nell’arco dell’intera settimana alla Fondazione Stelline di Milano.

NYSFERATU è un’animazione in rotoscoping, ispirata all’iconico Nosferatu di Murnau: in tre anni di lavoro, Andrea Mastrovito e un team di 12 artisti hanno realizzato oltre 35000 tavole disegnate a mano. La commistione tra una tecnica sorprendente e una colonna sonora originale scritta da Simone Giuliani, è arricchita da una trama che riprende l’originale Nosferatu di Murnau del 1922 e lo sposta nella New York e nella Siria dei giorni nostri. La rivisitazione di Mastrovito ripropone, tra l’altro, un tema urgente come quello dell’immigrazione, sovrapponendo la classica figura del vampiro con quella dell’outsider: la versione definitiva di NYSFERATU è stata resa possibile grazie ad una serie di workshop newyorkesi con immigrati da tutto il mondo che si sono relazionati con Mastrovito e MoreArt durante le fasi di stesura della sceneggiatura.

Andrea Mastrovito (Bergamo, 1978) si è formato in Italia e vive a New York. Il suo percorso si concentra sul disegno alternando il lavoro in studio a interventi installativi e performativi. Ha vinto nel 2007 il New York Prize, nel 2012 il Moroso Prize e nel 2016 il Premio Ermanno Casoli. Tra le personali, Symphony of a Century, Kunsthalle, Osnabruck (2018); Here the Dreamers Sleep, Museo Andersen, Roma (2015); At the End of the Line, GAMEC, Bergamo (2014) e Le Cinque Giornate, Museo del Novecento di Milano (2011).  Il suo lavoro è stato incluso in numerose istituzioni in Europa e Stati Uniti, tra cui Museum of Art and Design, New York; MAXXI Museo delle Arti del XXI secolo, Roma; Palazzo delle Esposizioni, Roma; Manchester Art Gallery, Manchester; B.P.S. 22, Charleroi; Museum of Contemporary Design and Applied Arts, Lausanne.

More Art è un’organizzazione noprofit di stanza a New York che favorisce la collaborazione tra artisti ed enti per creare installazioni pubbliche e programmi educazionali volti alla sensibilizzazione sociale. Fin dalla sua costituzione nel 2004, More Art ha realizzato più di 40 opere pubbliche e proiezioni in location tra cui Union Square e Central Park, con alcuni dei più conosciuti artisti contemporanei.

Elena Forin (Bassano del Grappa, 1979) è curatore indipendente, membro di LaRete Art Projects e dell’IKT, Associazione Internazionale dei Curatori. La sua ricerca unisce l’interesse per i più recenti sviluppi artistici e le loro radici storiche degli anni ’60 e ’70. Ha collaborato con varie istituzioni internazionali come Kunsthalle Osnabrück, Germania e Łaźnia Center for Contemporary Art, Gdańsk, Polonia. Tra il 2009 e il 2011 è stata curatore associato al MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, sotto la direzione di Luca Massimo Barbero. Con LaRete Art Projects ha curato varie collettive in gallerie private e istituzioni come la Triennale di Milano e Art Basel Miami. Tra i suoi progetti più recenti ci sono collaborazioni con Hamish Fulton, Urs Lüthi, Elisa Strinna, Giusy Pirrotta, Ryts Monet, The Cool Couple. Da settembre 2017 ha avviato Today’s Special, un ciclo di mostre che tiene presso la propria abitazione.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress spam blocked by CleanTalk.