Introduzione al synth modulare

Il 27 maggio ore 16

Mo.Ca. Palazzo Martinengo Colleoni

Via Moretto 78, Brescia

Ovvero come sopravvivere in una giungla di spaghetti e led

Nonostante la storia della sintesi abbia premiato i sintetizzatori a struttura fissa per facilità d’uso e trasportabilità, i sintetizzatori modulari non sono mai stati abbandonati completamente, soprattutto per le loro infinite potenzialità.

Oggi il sintetizzatore modulare sta vivendo un vero Rinascimento.

Per comprendere appieno le potenzialità dello strumento, faremo un confronto tra synth normalizzati e synth modulari nelle caratteristiche costruttive e nell’utilizzo compositivo. Seguirà una spiegazione delle basi di funzionamento, della storia, dei diversi approcci: il percorso che affronteremo seguirà le innovazioni chiave che storicamente hanno costituito i vari step di evoluzione dello strumento, a cui si aggiungeranno alcuni esempi pratici

L’incontro è aperto e gratuito, previa iscrizione all’Associazione duemila52 con un contributo di €10 per la tessera associativa.

Per info e iscrizioni info@duemila52.com

 

Giovanni Battagliola

Nato a Brescia, inizia a suonare la chitarra nei primi anni novanta. Aperto a ogni genere di ascolto e da sempre affascinato dalla sperimentazione sonora, inizia a filtrare e scomporre il suono della chitarra attraverso l’uso dei pedali per poi, successivamente, conoscere il mondo dei sintetizzatori acquistando un vecchio Moog Prodigy. Nel 2005 fonda i Don Turbolento, principale progetto ancora in corso e completamente synth-oriented.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *