Consiglio di Gennaio I

Piero Fornasetti, Tema e Variazioni, piatto di porcellana, Courtesy Fornasetti.

 

 

Piero Fornasetti, Tema e Variazioni, piatto di porcellana, Courtesy Fornasetti.

 

Anno nuovo, vita nuova!

Alzi la mano chi non ha espresso i buoni propositi per il 2017.

Bene, sappiate che i bagordi del Capodanno non possiedono qualità taumaturgiche. Le sacre promesse vi attendono ogni mattina a colazione, inflessibili come solo gli esattori. Poco importa se la routine non vi dà tregua: le incombenze imperversano oggi come ieri, ma intanto il tassametro corre.

Se siete tra quelli che già differiscono ogni impegno al post Epifania, mal celando l’incapacità di prendere il sacco in cima, i sogni di gloria sono prossimi a svaporare nella nebbia. Perché lo sconforto attende dietro l’angolo e vi indurrà ad abdicare, seducendovi con le sirene di un più comodo 2018.

Salvo intervenire subito, prima che ogni velleità muoia.

Ma serve umiltà e un atto di fede.

Ecco quanto: dotatevi di penna e quaderno e sedete alla scrivania.

Aprite una pagina e scrivete, nella migliore calligrafia corsiva, il vostro nome e cognome. Ripetete finché non è bello come piace a voi.

Poi trasferite la penna all’altra mano e provate a riscriverlo sotto la precedente versione. Fatelo quante volte vi pare, ma fatelo ogni giorno, finché non sarà come dev’essere.

Patirete dolori all’avambraccio, vi sporcherete di inchiostro, proverete rabbia e delusione e, soprattutto, vi sentirete stupidi. Fino a che, scorrendo l’interminabile colonna di sgorbi e scarabocchi, non vi sorprenderete ad abbozzare un sottile sorriso interiore.

Sta nelle sole vostre mani.

Fatelo e, con la primavera, sarete capaci di tutto.

Vostro, Alle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *